Le vie dello yoga

Dagli antichi Veda, nel corso dei secoli, nacquero i sei sistemi filosofici o metodi, chiamati Darshana, di cui fa parte lo Yoga. Questo sviluppò successivamente altri rami, vere e proprie vie per giungere a un unico scopo: quello di poter realizzare la natura interiore dell’uomo, sviluppando tutte le facoltà interne latenti.

Le prime tre vie di sviluppo interiore che si formarono furono:

  • Bhakti Yoga, via della devozione, dell’armonia cosmica in cui l’ego si arrende all’amore. Lo yogin può raggiungere l’illuminazione con canti, preghiere, meditazioni verso un dio o di un guru illuminato, servendo in modo disinteressato conducendolo ad uno stato di amore e devozione;
  • Karma Yoga, via dell’azione, dell’attività realizzativa. Lo yogin dedica la sua vita a portare a compimento le azioni, grandi o piccole con motivazioni disinteressate senza badare al proprio desiderio o al proprio bisogno;
  • Jnana Yoga, via della conoscenza, e della saggezza. Lo yogin ricerca il suo vero con la pratica dello studio e della meditazione, egli comprende l’unità di Atman (coscienza individuale) e Brahman (coscienza universale) mirando alla conoscenza dell’assoluto. L’intelletto si libera dalle illusioni (Maya) e diviene consapevole della differenza tra corpo e anima.

In un secondo momento, altre due vie si formarono:

  • Raja Yoga, la via regale, dell’autorealizzazione mentale. Lo yogin apprende la padronanza dei sensi e delle Vrtti (fluttuazioni, dell’attività della mente) e sviluppa la concentrazione (Dharana), utilizzando come strumento principale la Meditazione e l’introspezione. Essa viene descritta negli Yoga Sutra di Patanjali, unendo diverse pratiche in un sentiero a otto stadi, chiamato: “le otto braccia dello yoga” (Ashtanga Yoga);
  • Hatha Yoga, via del controllo fisico, per l’equilibrio biopsichico che utilizza come strumento principalmente il corpo fisico. Tramite posture fisiche “Asana“, posizioni delle mani “Mudra”, esercizi di respirazione “Pranayama” ed esercizi di pulizia interiore “Shat Kriya“. Potenziando anche il corpo sottile agendo sui Chakra (centri energetici) e sulle Nadi (canali in cui circola il Prana o energia vitale), ripulendo tutti i canali energetici.

Altre vie antiche:

  • Japa Yoga, via del mantra, l’energia del suono. Utilizza come strumento essenziale i Mantra (strumento della mente). La sua ripetizione costante tende, poco alla volta, ad agire sulla parte mentale, trasformandola ed elevandola agli alti livelli della supercoscienza cosmica. Migliorando di riflesso anche la parte fisica nonché quella emotiva e interiore (Anandamaya Kosha);
  • Kriya Yoga, via della purificazione. E’ una tecnica suprema del Raja Yoga, di liberazione, trasformazione e illuminazione verso la realizzazione del sé. Con una serie di pratiche avanzate di meditazione;
  • Kundalini Yoga, via della consapevolezza. Per il risveglio dell’energia primaria dormiente, che risiede alla base della colonna, nel primo Chakra (Muladhara Chakra), per poi risalire il canale principale (Sushumma Nadi) fino ad arrivare alla sommità del capo (Sahasrara Chakra), innescando un processo di risveglio dal mondo illusorio di Maya.

Queste sono le vie principali che vengono più usate, ma in realtà né esistono ventidue alcune delle quali non vengono più praticate.

Hari Om

Fonte dell’articolo:

  • Lo yoga dei grandi maestri – Giorgio Furlan;
  • L’insegnante di yoga. Le tecniche e le basi – Mark Stephens.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close