Shitali e Shitkari Pranayama: benefici simili ma differenti nell’esecuzione

Mettiamo a confronto questi due pranayama (respirazioni), ovvero Shitali e Shitkari. A volte Shitkari viene usata come preparazione o variante per Shitali donando dei benefici simili.

Shitali Pranayama

La parola sanscrita Shitali deriva dalla radice “shit” che significa “freddo”. Shital significa “ciò che è calmo”, senza passione e che lenisce. Esso è perciò “la respirazione rinfrescante”.

Questo pranayama ci permette di raffreddare e calmare il corpo e la mente. Tirando fuori la lingua e ripiegarla sui lati verso l’alto formando una “u”.

Inoltre esso viene usato dopo le asana (posizioni) e la pratica yogica ripristinando l’equilibrio della temperatura e per ritrovare sollievo durante le giornate calde.

Benefici:

  • rinfresca il corpo;
  • influenza importanti centri cerebrali (pulsioni biologiche e regolazione della temperatura);
  • calma la mente e l’emozioni;
  • stimola il fluire del prana (energia) in tutto il corpo;
  • rilassa i muscoli;
  • calma prima di andare a dormire;
  • controllo su fame e sete;
  • genera una sensazione di soddisfazione;
  • cura l’indigestione e molti disturbi digestivi;
  • riduce la bile.

Pratica

1- Fase completa:

  • sedetevi in una posizione comoda, chiudete gli occhi e rilassatevi;
  • tirate fuori la lingua il più possibile senza forzare e arrotolate i lati della lingua verso l’alto cosi da formare una “u”;
  • inspirate piano e profondamente attraverso la lingua arrotolata, percepite l’aria che si inumidisce e si raffredda;
  • al termine dell’inspirazione, portate dentro la lingua, chiudete la bocca ed espirate lentamente attraverso il naso.

Questo è un ciclo.

Tempi

Iniziate con 9 cicli e aumentate gradualmente a 15. Mentre quando c’è molto caldo si può praticare fino a 60 cicli.

2- Fase completa con Antar Kumbhaka (ritenzione a polmoni pieni):

  • al termine dell’inspirazione, trattenere il respiro per 1 o 2 secondi;
  • espirate lentamente attraverso il naso.

Questo è un ciclo.

Tempi

I secondi possono essere aumentare gradualmente quando la tecnica è perfezionata. Inoltre, praticate solo per un breve periodo per non avere un effetto riscaldante.

3 – Fase avanzata con Jalandhara bandha (chiusura della gola):

  • al termine dell’inspirazione, combiniamo Jalandhara bandha con la durata della ritenzione del respiro;
  • espirate lentamente attraverso il naso.

Questo è un ciclo.


Consiglio

Non praticare in ambienti inquinati o quando c’è freddo. Questo perché il naso riscalda e ripulisce l’aria prima che entri nei polmoni ma, respirando dalla bocca l’emissione di aria fredda e sporca va direttamente nei polmoni e può essere nociva.


Controindicazioni per tutte le fasi:

  • chi soffre di ipotensione;
  • disturbi respiratori (asma, bronchite ed eccesso di muco);
  • disturbi cardiaci (pratica senza ritenzione del respiro);
  • chi soffre di costipazione;
  • non praticabile in inverno o nei climi freddi.

Shitkari Pranayama

La parola sanscrita Shitkari deriva anch’essa dalla radice “shit” che significa “freddo”. Diversamente però il suo significato è di “respirazione sibilante”. Infatti, il suono sibilate ci rende consapevoli sulla sensazione rinfrescante.

Questo pranayama come già scritto sopra dona benefici simili a Shitali e può essere usato come variante ad esso.

La differenza dal primo pranayama è che invece di tirare fuori la lingua e arrotolarla qui si serrano delicatamente i denti tenendo la lingua rilassata sul palato.

Pratica

Fase completa:

  • sedetevi in una posizione comoda, chiudete gli occhi e rilassate tutto il corpo;
  • serrate delicatamente i denti e separate le labbra;
  • la lingua può rimanere rilassata contro la parte alta del palato;
  • inspirate lentamente e profondamente attraverso i denti;
  • al termine dell’inspirazione chiudete la bocca;
  • espirate lentamente attraverso il naso.

Questo è un ciclo.

Controindicazioni:

  • tutte quelle di Shitali Pranayama;
  • chi soffre di denti sensibili, con protesi o a cui mancano alcuni denti.

Per concludere sia i consigli, i tempi e le controindicazione sono le stesse di Shitali Pranayama.



Hari Om

Fonte dell’articolo:

  • Asana Pranayama Mudra Bandha – Swami Satyananda Saraswati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close